mercoledì, gennaio 04, 2012

I migliori album del 2012






Le previsioni per il 2011 (vedi http://tonyface.blogspot.com/2011/01/i-migliori-album-del-2011.html) sono state abbastanza azzeccate con Beady Eye, Anna Calvi, Pj Harvey, Verdena.
Rinnovo l’oroscopo musicale per il 2012.


A marzo il nuovo PAUL WELLER “Sonic Kicks” promette bene.
Anche i BEADY EYE sembrano voler tornare con qualcosa di nuovo mentre PAUL MC CARTNEY a febbraio proporrà un album di covers tra jazz e blues (di RINGO e il suo “Ringo 2012” temo già i contenuti...).
Restando nell’Olimpo del rock si mormora di qualcosa targato ROLLING STONES e chissà mai che PETE TOWNSHEND, come solista o come WHO, non si decida a rimettere piede in studio di registrazione.

In attesa del nuovo album dei SECRET AFFAIR (ormai nel cassetto da secoli) e del riaffacciarsi di GRAHAM DAY, si annuncia imminente il nuovo dai MADNESS, mi piacerebbe ascoltare qualcosa di nuovo dai miei preferiti psychofreak DUNGEN, mentre si annuncia caldissimo il funk soul nel nuovo dei DOJO CUTS.
Chissà se ANNA CALVI confermerà le buone impressioni dell’esordio e se PJ HARVEY e QUEENS OF THE STONE AGE ci regaleranno un nuovo capitolo.
Ma aspetto soprattutto cose nuove da SHARON JONES AND THE DAP KINGS e JANELLE MONAE
Poca fiducia nella reunion (abche discografica) di STONE ROSES e BEACH BOYS si parla invece molto bene degli esordienti HOWLER.

Da “queste parti” arriveranno i nuovi di STATUTO, TEMPONAUTS , JUNE (pare) e LILITH & the SINNERSAINTS .
Mi aspetto il nuovo JULIE’S HAIRCUT e con un po’ di curiosità il ritorno di AFTERHOURS e TEATRO DEGLI ORRORI, mentre arriveranno anche altre ristampe dei NOT MOVING (con tanto di cofanetto e libro a chiudere il tutto).

25 commenti:

  1. Di carne al fuoco pare ce ne sia molta. Paolino è una garanzia, il nuovo dei Stone Roses mi mette paura ma loro live andrei a vederli pure di corsa visto che per motivi anagrafici li ho persi all'epoca. Curioso per i Madness e per i gruppi italiani sopra elencati

    Charlie

    RispondiElimina
  2. segnalo di imminente uscita interessanti:

    THE RED INSPECTORS (acid jazz) che ho già ricevuto, molto bello e vario seppur con la limitazione (per me) di essere quasi tutto strumentale. tra corduroy/mother earth, colonne sonore 60s, qualcosa di britpop stile scena "blow up club" metà 90s (weekenders, pimlico, etc). è la band di Andy Lewis, attuale bassista del Paolino

    DODGY il ritorno di una delle mie bands preferite in assoluto. sarà bello ma con pochi (o nessun) pezzi tirati. quelli che ho sentito mi piacciono comunque.

    MICHAEL KIWANUKA album dell'anno? probabilmente si. un ragazzo inglese di 24 anni che fa soul-folk tipo callier, bill whiters etc. cosa centro io col soul-folk? boh? ma mi piace un casino. ci sono di mezzo i bees come produttori e musicisti

    messaggio per i gestori psychopoliziotto di facebook che considerano il blog offensivo : cazzofigatetteculo

    f

    RispondiElimina
  3. Grandissimi i Dodgy ! Con l'unico batterista in grado di riproporre adeguatamente lo stile di Keith Moon !
    Mi metto sulle tracce di M.Kiwanuka intanto.

    ah, pare che ritornino pure i LAST SHADOW PUPPETS entro l'anno.

    RispondiElimina
  4. Ascoltato tre brani di Kiwanuka. Non male anche se un po' troppo Ben Harper per certe cose. E io non sopporto Ben Harper.

    RispondiElimina
  5. Concordo sui Dodgy, li vidi dal vivo di supporto ai Supergrass (ancora più grandi) a Rimini ferragosto 95! Un doppio concerto folgorante... me li cercherò.

    Saluti a tutti! Ultimamente son dovuto stare un po' staccato dal computer... 2012 anno casula?

    W

    Traffic - Who knows what tomorrow may bring

    RispondiElimina
  6. "E io non sopporto Ben Harper." Allora siamo in due.

    RispondiElimina
  7. Nel panorama italiano uscirà anche la compilation "Back to Eighties colours" (credo che il titolo sarà questo) che si prospetta comunque interessante,vista la particolarità dell'idea...
    su etichetta PSYCHOUT.

    RispondiElimina
  8. Back to 80's colours è infatti molto interessante come idea.
    Spero stia andando avanti bene.

    Ben harper è uno di quell iche dovrebbe piacermi: un po' di blues, un po' di soul, roots , rock etc etc.
    Aho' non lo sopporto !!!

    RispondiElimina
  9. E' sempre stato un fighetto di merda, modaiolo.

    RispondiElimina
  10. Poteva mancare una anticipazione hallamiana?
    Il nuovo album di Fay Hallam Trinity sarà in uscita in primavera. Confido che possa entrare a pieno titolo nella clsssifica di Tony.

    Fabio T.

    RispondiElimina
  11. Alla grande ! Spero di recuperarlo a tempo debito.

    RispondiElimina
  12. Ben Harper mi fa CAGARE! Penso che i vecchi blues (blus) man (men) si rivoltino nelle tombe quando lo sentono!

    AndBot

    RispondiElimina
  13. mai cagato molto, forse ho un album scaricato e sicuramente ho una sua cover di "modern world" dei jam, ad essere onesti e per fare il vostro bastian cuntrari devo dire che le cose sue piu' mainstream sentite alla radio, tipo il reggeazzo di qualche anno fa non mi dispiacevano.

    RispondiElimina
  14. Capitolo italiani: da Afterhours e TDO non mi aspetto più nulla, dai Julie's haircut invece sì ma sarei più contento per un nuovo disco di MGZ. Not moving solo ristampe?

    RispondiElimina
  15. ben harper, secondo me, ha fatto dischi del cazzo, sicuramente. Pero'....c'e' sempre un pero', quello con i Blind Boys of Alabama? Via, bello, dai. un 30% lui e un 70% i ragazzi ciechi?

    RispondiElimina
  16. Not Moving solo ristampe. Rigorosamente :)

    RispondiElimina
  17. Si quello con i Blind Boys è piuttosto bello

    RispondiElimina
  18. Vero, quello è bello. L' eccezione che conferma la regola: sparare a cazzo e centrare il bersaglio non vuol dire fare centro.

    AndBot

    RispondiElimina
  19. caro fratello di anonimato, mi sa che il Ben non ha mica sparato alla cazzo. Parlando di caccia (che odio!), e' semplicemente andato a sparare in riserva, prendendo il meglio di un certo tipo di gospel "da classifica" potenziale, ci ha messo un po' della sua negritudine sbiancata e via. Tanto di cappello, quindi.

    RispondiElimina
  20. Tanto di cappella, anzi! Nel senso del coro gospel, eh!

    Boh, non lo so. Se è come dici tu, mi fa ancora più schifo.

    AndBot

    RispondiElimina
  21. eh, avete pure ragione. ma mi sa che il mondo discografico e' sempre andato in questo modo. Un artista mediocre, pero' vendibile, in crisi di vendite, gli metto vicino un qualcuno, creo l'evento e..tac. o magari il sig. harper stravedeva da secoli per il gospel. chi lo sa'. Rimane, in tutti i casi, un bel disco da riascoltare.
    Ma se a qualcuno piace il gospel, mi hanno passato da ascoltare un dischetto della madonna, PASTOR T. BARRETT, registrazione, mi sembra, del 1971 o giu' di li'. Provate a cercarlo, secondo me ne vale la pena.

    RispondiElimina
  22. In ambito para gospel vi consiglio i CAMPBELL BROTHERS . Ci sono dei video su Youtube pazzeschi

    RispondiElimina
  23. Uè!
    Anch'io da un po staccato dal pc mi unisco solo ora a saluti,ringraziamenti,auguri..mi sono recuperato le letture dei post mancati..ci avete dato dentro voi invece eh?
    Anyway..
    (mi unisco al bastian cuntrari Stax circa Ben Harper..e l'attesa per i DODGY!!)
    Cristiano

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails